skip to Main Content
Via De Marchi 4/2 - 40123 - Bologna +39 051 580281 info@adise.eu

OLTRE 200 COLLABORATORI DELLA GESTIONE SPORTIVA IN WEB MEETING CON L’ADISE Il punto del Vicepresidente Galasso

OLTRE 200 COLLABORATORI DELLA GESTIONE SPORTIVA IN WEB MEETING CON L’ADISE Il Punto Del Vicepresidente Galasso

Un vero e proprio Giro d’Italia, restando comodamente collegati dalle proprie postazioni ma ritrovandosi tutti virtualmente uniti grazie al web, vera scoperta che potremmo dire certamente potenziata in questo periodo di pandemia.

E a darsi appuntamento con l’indovinata formula dei WEB MEETING (tutti effettuati su piattaforma Zoom) sono stati i Collaboratori della Gestione Sportiva chiamati in rassegna dal Vicepresidente, coordinatore dei CGS, Rocco Galasso e dai consiglieri nazionali delle aree Andrea Boni, AngeloCamisani, Bernardo Iannicelli ed Antonio Vistocco. Hanno così potuto incontrare oltre 200 CGS. In 12 giornate di web meeting sono stati convocati CGS operanti su ben 15 regioni. In pratica tutte, ad eccezione di Liguria, Marche, Molise, Valle d’Aosta e Sardegna (che attualmente hanno pochi abilitati) mentre rimane da completare la sola regione Sicilia, nei prossimi giorni. E in quasi tutti i meeting sono stati presenti i Presidenti dei Comitati Regionali. Così è stato per Rinaldi (Basilicata), Mirarchi (Calabria), Zigarelli (Campania), Tisci (Puglia), Baretta (Lombardia), Ruzza (Veneto), Canciani (Friuli Venezia Giulia). Questi ultimi , riuniti insieme nel recente ed ultimo meeting del Nord-Est.

Sono intervenuti con relazioni di contenuto assai apprezzato e interessante il Consigliere nazionale Marcello Battaglia (che ha illustrato sull’attività del Comitato delle riforme) e i consiglieri Daniela Gozzi e Giorgio Perinetti. Tra gli ospiti, da evidenziare la presenza, nel meeting campano, di Pierpaolo Marino (Direttore tecnico dell’Udinese) in precedenza già Presidente dell’A.Di.Se.

“Davvero soddisfacente il riscontro che abbiamo avuto – spiega Galasso – ed è stato bello ritrovarci, seppur in un momento così delicato per il lockdown imposto a tutti noi.

La via del web, attraverso l’organizzazione di videoconferenze, è da riproporre con una certa continuità anche per un’attività di aggiornamento e formazione, che da più parti è stata sollecitata. Stiamo attivando un settore specifico per tali iniziative e che proprio raccogliendo queste istanze programmerà, già dal prossimo mese, nuovi appuntamenti per i nostri associati”.

Back To Top