skip to Main Content
Via De Marchi 4/2 - 40123 - Bologna +39 051 580281 info@adise.eu

Juventus e la lunga striscia di successi di Giuseppe Marotta, neo Presidente A.DI.SE

Juventus E La Lunga Striscia Di Successi Di Giuseppe Marotta, Neo Presidente A.DI.SE

Un altro prestigioso trofeo che va arricchire il suo già prestigioso palmarès di dirigente. E’ quello collezionato da Giuseppe Marotta, il neo presidente A.Di.Se., che nella sua veste di amministratore delegato e direttore generale della Juventus, in una sola settimana ha centrato la Coppa Italia (la terza consecutiva) e lo scudetto (il sesto consecutivo) contribuendo così a firmare un record che resterà nella storia del calcio italiano. Arrivato nel 2010 a Torino dalla Sampdoria Marotta è riuscito in pochissimo tempo a riportare i bianconeri ai vertici del calcio italiano ed europeo, finalisti due anni fa in Champions League e di nuovo quest’anno, contro il Real Madrid che dovranno affrontare a Cardiff il prossimo 3 giugno. Il primo successo di Marotta sulle rive del Po è arrivato alla fine della stagione 2011-12, quando la Juventus è riuscita a laurearsi campione d’Italia da imbattuta dopo un digiuno di ben 9 anni. Fondamentali gli innesti di Andrea Pirlo e Arturo Vidal, giocatori fortemente voluti dal dirigente. Nella stagione successiva mette a segno un grandissimo colpo a parametro zero, aggiudicandosi il giovane e promettente Paul Pogba, strappato allo United. Ed è un altro trionfo con lo scudetto che sbarca a Torino anche nella stagione 2012-2013. Nell’estate del 2013 arriva un’altra beffa per le avversarie sul mercato, questa volta a farne le spese è il Milan che vede sfumare l’affare CarlitosTevez, altro giocatore che sarà fondamentale nella conquista dello scudetto 2013-2014. In quella stagione la squadra bianconera riesce a raggiungere la quota record di 102 punti, cosa che non accadeva dagli anni ’30. Anche le stagioni 2014-2015 e 2015-16 si chiudono con la vittoria in Italia dei bianconeri; sempre nel 2014 arrivano anche in finale di Champions League ma vengono sconfitti dal Barcellona. Nel 2015 da alzare c’è anche la Coppa Italia, quella della simbolica stella d’argento mai conquistata prima da altri club in Italia, e seguita dall’undicesima conquistata invece nel maggio 2016. Veniamo alla storia recente. Nella sessione estiva di calciomercato 2016, Marotta tratta la cessione di Pogba al Manchester United per 105 milioni di euro e l’acquisizione di Gonzalo Higuain per 90: due operazioni coronate anch’esse da successo. Il primo trofeo di questa stagione è la Coppa Italia, vinta battendo la Lazio in finale, il successivo è lo scudetto, il sesto consecutivo: impresa finora mai centrata da nessun’altra società italiana. Questi sette anni di Marotta alla Juventus hanno visto protagonista il presidente A.Di.Se. anche sotto l’aspetto finanziario del Club. In piena sintonia con il presidente Agnelli e con uno staff di altissimo livello, i due dirigenti, attraverso una gestione oculata e un preciso rilancio dell’immagine del club, sono riusciti a passare da un fatturato di 172 milioni di euro a un fatturato record per la stagione 2015-2016 di quadi 390 milioni di euro, chiudendo il bilancio in utile per il secondo anno di fila. Il sogno ora è quello del “Triplete” perché Marotta e la sua Juventus si giocheranno la vittoria della Champions League a Cardiff contro il Real Madrid di Zidane.

Back To Top